Le cinque cose che forse non conoscevi sul naso del tuo cane

  1. 1-  Se provassimo ad immaginare di srotolare la mucosa olfattiva del cane, essa occuperebbe una superficie superiore ai 150 cm2, mentre quella dell’uomo è solamente pari a 6 cm2.
  2. 2-  L’impronta nasale è l’equivalente delle nostre impronte digitali; è quindi diversa per ogni cane e in alcuni Paesi viene addirittura utilizzata come se fosse un vero e proprio microchip di identificazione.
  3. 3-  I cani riescono ad usare le due narici separatamente: annusano un odore prima attraverso la narice destra e se quello che hanno captato gli piace, allora usano anche la narice sinistra.
  4. 4-  Il cane ha una memoria olfattiva che gli permette di riconoscere e discriminare un odore anche dopo tre anni da quando l’ha annusato la prima volta.

5-  Per il cane il momento migliore della giornata per annusare è la sera, perché il terreno è più caldo e gli odori tendono a risalire in superficie.

(Visited 14 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *