Falsi miti sui conigli

Il coniglio è uno degli animali da compagnia più diffusi, ma esistono ancora tantissimi falsi miti sul loro conto, eccone alcuni:

– I conigli temono il freddo

I conigli non temono affatto il freddo, la temperatura ideale per loro è di 16 gradi centigradi e possono divertirsi a correre all’aperto anche con 4 gradi. Se poi c’è un bello strato di neve il divertimento è ancora maggiore.

Al contrario, la pelliccia e il corpo compatto, sommati all’assenza di ghiandole sudoripare, fa sì che tollerino male le alte temperature. Durante l’estate dobbiamo quindi proteggerli da possibili colpi di calore. L’aria condizionata è un valido alleato.

– Le verdure bagnate sono pericolose

Se i conigli mangiano verdure bagnate non succede proprio nulla (sono comunque composte in massima parte di acqua).

I conigli selvatici escono dalle loro tane per brucare erba all’alba quando è bagnata dalla rugiada e mangiano anche quando piove abbondantemente o c’è la neve. Al contrario, assumere molta acqua fa molto bene alla salute.

– L’erba fa male ai conigli

L’erba è l’alimento naturale dei conigli, di cui si nutrono in maniera preponderante allo stato selvatico. L’erba e altre piante di campo sono ricche di fibra e richiedono una masticazione prolungata, cosa di cui ha bisogno il coniglio per avere una dentatura e un apparato digerente sani e ben funzionanti.

Ciò che fa male ai conigli è semmai un cambio brusco di alimentazione, che non lascia alla flora intestinale il tempo di adeguarsi ai nuovi “ingredienti”.

– Rosicchiare il pane secco è utile ai denti

Il pane secco non apporta nessun beneficio ai denti e può essere molto pericoloso per l’intestino,
perché i carboidrati che compongono il pane possono alterare la flora intestinale causando gravi disturbi intestinali. Il coniglio è un erbivoro e per mantenere sani i denti deve masticare fieno e
vegetali, ricchi di fibra.

– L’anestesia può essere pericolosa per i conigli

Molti hanno il timore che l’anestesia nel coniglio sia così pericolosa da non poter essere impiegata in questa specie, ma non è vero. I protocolli anestetici moderni e le apparecchiature di monitoraggio consentono ai veterinari esperti di medicina del coniglio di effettuare anche in questa specie anestesie con la stessa sicurezza con cui si eseguono su cani e gatti.

– Il coniglio deve vivere in gabbia

Mentre tutti considererebbero una forma di maltrattamento tenere rinchiusi in una gabbietta cani e gatti, non si capisce perché questo dovrebbe essere accettabile per i conigli, animali attivi, vivaci, intelligenti e curiosi.

Ovviamente, occorre che la casa sia messa in sicurezza per evitare incidenti, soprattutto per quanto riguarda i fili elettrici, ma se non si è disposti a fare qualche modifica per renderla adatta a ospitare un coniglio, è meglio scegliere un altro animale. D’altronde, un coniglio libero di correre in casa è così divertente e felice che è una gioia guardarlo.

(Visited 62 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *