La vista nei cani

La vista di un cane è molto diversa da quella umana. I cani hanno una visione del colore più rudimentale e non colgono tutte le sfumature che il nostro occhio percepisce; tuttavia, sono più sensibili di noi alla luce ad onde corte, ad esempio una lampada UV.
Un’altra sostanziale differenza è la visione periferica che di gran lunga supera quella umana. La visione laterale di alcune razze di cani, come quelli da gregge o da caccia, riesce a cogliere segnali gestuali sino ad 1 km di distanza. Un altro punto a favore dei nostri amici a quattrozampe è la visione notturna.

Per i cani gli odori sono primariamente importanti ma una parte della loro comunicazione avviene proprio attraverso gli occhi. Pensate a due esemplari che si incontrano ed il primo piega le orecchie digrignando i denti.

Il secondo, se deciderà di sottomettersi, lo farà perché ha colto innanzitutto visivamente i segnali datigli dall’altro. Una volta equilibrata questa situazione, i due cani potranno utilizzare altri modi per comunicare, a cominciare dall’odore quale senso primario di cui parleremo tra poco.

La vista è tanto importante per il cane quanto per l’uomo. Un esemplare più anziano subirà un degrado che potrebbe causare comportamenti inaspettati. Ovviamente non possiamo dargli un paio di occhiali, per cui sono necessari alcuni accorgimenti da parte nostra. Non cambiamo la posizione dei luoghi a lui familiari: la cuccia o la ciotola, ad esempio, o tantomeno non portare modifiche importanti al nostro arredo.

(Visited 49 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *