Fermiamo la strage degli innocenti. Il menu di Pasqua cruelty free: gustosissimo e facile da preparare

Sono oltre 2 milioni gli agnelli e capretti macellati nelle settimane prima di Pasqua, solo in Italia.

E pensare che i numeri sono drasticamente scesi negli ultimi anni, ma tristemente questo numero rimane invariato dal 2018.

Un massacro di agnelli e capretti di un mese di vita, spesso trasportati vivi e macellati nelle peggiori condizioni possibili, in nome di una tradizione che gli italiani stentano ad abbandonare. Negli ultimi 10 anni, l’associazione Essere Animali, onlus molto attiva sull’argomento della dignità e del benessere animale, è riuscita ad entrare in due macelli del centro italia e ha testimoniato con video e foto azioni che definire crudeli è un eufemismo.

Cuccioli di un mese di vita scaricati a forza dai camion in cui erano ammassati, senza viveri, trascinati e strattonati verso la morte, consci del loro destino e belanti di paura. Molti operatori non sono professionisti e gli strumenti per stordirli non funzionano e vengono sgozzati davanti agli agnellini in attesa dello stesso atroce destino. Tutto ciò per mantenere una tradizione culinaria legata alla celebrazione cristiana, simbolo della rinascita. Si tratta di un messaggio bellissimo e globale che, con i tempi moderni e l’evoluzione della sensibilità ed empatia verso gli animali, può essere rivista a tavola.

Noi di Zampylife decidiamo di augurarvi buona Pasqua ricordandovi che scegliendo di non mangiare carne di agnello si salva un cucciolo e ci sono gustosissime alternative cruelty free.

Abbiamo coinvolto una amica di Zampy, la chef Gilda Colombo Raimondi, cuoca professionista dal 2010 con un approccio unico alla cucina vegana come fonte di benessere senza trascurare i piaceri della gola, per un menu di Pasqua cruelty free, facile e adatto a tutti i gusti.

  • Antipasto: Crema di fave con carciofi croccanti
  • Primo: Lasagna agli asparagi
  • Secondo: Scaloppine di soia al limone
  • Dessert: Crema al cioccolato con crumble alle mandorle e pera cotta al vino

CREMA DI FAVE CON CARCIOFI CROCCANTI

Ingredienti:

  • Fave fresche
  • Carciofi
  • Olio evo
  • Sale
  • Aglio

Procedimento:

Sbucciate le fave (quelle verdi, i legumi!) e cuocetele a vapore (o bollite). Quando sono ben morbide mettetele in un bicchiere per frullatore, aggiungete olio extravergine e sale con un goccio di acqua di cottura.

Pulite bene i carciofi, togliete le foglie più esterne e il gambo. Affettate i carciofi a fette piuttosto sottili. Saltate in padella con goccio d’olio, uno spicchio d’aglio e salate.

Quando saranno cotti e croccanti adagiatevi sopra la crema di fave.

Accompagnate con pane tostato.

LASAGNA AGLI ASPARAGI

Ingredienti:

  • Ripieno:
  • Asparagi
  • Olio evo
  • Sale

Besciamella:

  • Latte veg (non dolcificato e non di riso)
  • Farina
  • Olio
  • Sale
  • Lievito alimentare in fiocchi

Procedimento:

Pulire gli asparagi, tagliare la parte più bassa e dura. Tagliarli a rondelle, farli cuocere in padella con olio e sale dopo aver fatto un soffritto di cipolla. Quando saranno teneri, potete frullare una parte, meno della metà.

Cuocere le punte a parte e lasciarle croccanti.

Besciamella:

In una pentola unire l’olio con la farina. Cuocere un paio di minuti a fuoco medio mescolando con una frusta di continuo. Aggiungere il latte e il sale e continuare a mescolare fino a quando il latte si starà addensando. La besciamella non dovrà essere

Per ogni litro di latte usare 80 gr sia di olio che di farina.

Sporcate la teglia con la besciamella, iniziare a fare gli strati. Pasta, besciamella, asparagi. Ce la potete fare. L’ultimo strato sarà di pasta e besciamella con una spolverata di lievito alimentare per dare la croccantezza.

Cuocere a 250° per 45 minuti (dipende anche dal forno e dal tipo di pasta). Se non vi viene, riprovateci, Sarà comunque solo colpa vostra.

SCALOPPINE DI SOIA AL LIMONE

Ingredienti:

  • Medaglioni di soia (li trovate un po’ ovunque ora)
  • Farina
  • Limone
  • Cipolle
  • Olio
  • Sale
  • Pepe
  • Funghi
  • Aglio

Fate bollire i medaglioni di soia in brodo per 15 minuti (o lasciateli in ammollo per almeno un’ora). Raffreddate, strizzate e metteteli in una ciotola con farina, olio, succo di mezzo limone e un pizzico di sale. Io uso sempre farine non raffinate ma ne va bene qualsiasi, anche di riso per farle senza glutine. (Per 10 scaloppine circa 4 cucchiai di farina e 2 di olio. Non devono essere troppo infarinate altrimenti poi bruciano e al gusto rimarranno amare).

Fate imbiondire 1/2 cipolla in padella con un filo d’olio e aggiungere le scaloppine.

Fate dorare da entrambi i lati. Potete sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco. Il vino deve evaporare tutto! Altrimenti sanno troppo di alcool!

Intanto che fate bollire la soia pulite i funghi, tagliateli a fette e fateli saltare in padella con olio, uno spicchio d’aglio, poi alla fine prezzemolo tritato!

Impiattate spolverando i fughi con del pepe nero mentre, le scaloppine con le zeste di limone (non usate la parte bianca della buccia che risulta un po’ amara).

CREMA AL CIOCCOLATO CON PERA COTTA AL RUM con CRUMBLE ALLE MANDORLE

Ingredienti:

  • Pere
  • Cioccolato
  • Latte veg
  • Amido di mais/fecola
  • Zucchero
  • Farina
  • Margarina
  • Mandorle
  • Rum

Procedimento:

Cuocete le pere sbucciate in acqua e rum (se non ve lo finite prima) per 30 minuti dal bollore. Lasciate raffreddare le pere nella pentola.

Crema pasticcera: 600 ml di latte veg, 30 gr di amido di mais o fecola, 100 gr di zucchero. cioccolato fondente (a occhio, poco, 20 gr). Scaldate il latte e versate l’amido che avrete sciolto in un po’ di latte per evitare grumi, mescolare con la frusta finché non si addensa.

Tritate le mandorle precedentemente tostate in padella antiaderente.

Impiattate mettendo la crema in una ciotola, la pera al centro e poi le mandorle tritate. Potete aggiungere le scaglie di cioccolato.

A questo punto non solo vi auguriamo buona Pasqua, ma soprattutto buon appetito!

Un ringraziamento speciale alla Gilda, che se volete seguire la trovate su Instagram: La_Gilda_Colombo_Raimondi.

(Visited 39 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *