Daysi e Bhubo ci svelano cosa vedono i cani

Ce lo siamo chiesti chissà quante volte. Cosa vede il nostro cane? La risposta, scientifica, arriva dalla Emory University. L’esito della ricerca è stato pubblicato sul Journal of Visualized Experiments dal team guidato da Gregory Berns.

LA SCOPERTA

Sono state esaminate le risonanze magnetiche di due cani mentre guardavano video in tre sessioni per un totale di 90 minuti. Lo studio del The Dog Project ha utilizzato un algoritmo per elaborare gli esiti degli esami.

COSA OSSERVAVANO I CANI

Per catturare l’attenzione dei quattro zampe sono stati proposti filmati relativi alla loro vita, come immagini di cani accarezzati dalle persone, passeggiate al parco, veicoli o animali che attraversavano la strada e soggetti umani.

DAISY E BHUBO

I due cani sottoposti alla ricerca, Daisy e Bhubo, entrambi meticci, hanno guardato i video per tre sessioni da 30 minuti.

UMANI A CONFRONTO

Lo stesso procedimento ha interessato anche due volontari umani. Nei cani il dispositivo non riusciva a distinguere gli oggetti rappresentati, ma sembrava efficace dal 75 all’88 per cento nel decodificare le classificazioni delle azioni.

CAPIRE CIO’ CHE COGLIE UN CANE

“Abbiamo dimostrato – riporta Berns – che possiamo monitorare l’attività nel cervello di un cane mentre sta guardando un video e, almeno in misura limitata, ricostruire ciò che sta guardando. È un risultato davvero sorprendente”.

PIU’ ATTENTI ALLE AZIONI

“Noi siamo molto orientati agli oggetti – afferma Berns – i cani sembrano più attenti all’azione, piuttosto che al soggetto coinvolto. I cani vedono solo nei toni del blu e del giallo ma hanno una densità leggermente superiore di recettori visivi progettati per rilevare il movimento. Riflettendoci, questi risultati sono perfettamente sensati: i nostri amici a quattro zampe sono evolutivamente e istintivamente portati a prestare attenzione a ciò che accade nell’ambiente per sapere cosa fare o dove andare. Azione e movimento sono fondamentali”.

(Visited 29 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *