Cambio stagione, come tenere in forma i nostri animali

L’estate è alle spalle, con tutti i suoi aspetti positivi – avere più tempo da dedicare ai nostri animali – ma anche le sue insidie: il caldo, i rischi sanitari, le punture d’insetto…

Ora che arriva l’autunno come ci dobbiamo preparare per garantire il benessere ai nostri amici a quattro zampe?

Vediamo di stilare una serie di facili regole da rispettare per evitare problemi. Ecco il nostro decalogo.

1 – Cerchiamo di conservare la quantità e qualità delle uscite quotidiane in passeggiata, non facciamo mancare i momenti di libertà. Se necessario, facciamo aiutare da un buon pet sitter.

2 – Non cambiamo repentinamente l’alimentazione. Se possiamo, integriamo i pasti settimanali con verdure e carne o pesce o uova, chiediamo al nostro veterinario come bilanciare gli alimenti ed eventualmente facciamoci suggerire degli integratori.

3 – Cambio di pelo? Nessun problema. Prendiamo la sana abitudine di spazzolare con la spazzola idonea il mantello del nostro pelosetto. Un buon bagno con il prodotto migliore per il tipo di pelo aiuta a dare benessere. Un salto in toelettatura sarebbe davvero l’ideale.

4 – Controlliamo il libretto sanitario, siamo a posto con le vaccinazioni?

5 – Ricordiamoci che la profilassi contro molti parassiti non termina con l’estate ma, per garantire il massimo della copertura, deve essere prolungata anche sino a ottobre. Nel dubbio, interpelliamo il veterinario.

6 – Non abbiamo avuto ancora tempo per correggere alcuni problemi comportamentali? Approfittiamo del rientro per contattare un educatore o un centro cinofilo. Sarà tempo ben speso.

7 – Attenzione ai calori per le femmine. L’autunno è vicino. Ricordiamoci che i tempi per la sterilizzazione vanno definiti con il medico veterinario, gli ormoni al termine dell’estro, sono ancora in circolo e occorre calcolare i giusti tempi per un intervento efficace. Per i maschi, valutare sempre con il medico veterinario l’eventuale necessità di procedere ad una sterilizzazione. Consideriamo le abitudini del cane, il suo carattere e la sua età.

8 – Pulizia del tartaro. È un genere di controllo che spesso non consideriamo necessario; invece, è molto importante per la corretta masticazione e prevenire l’insorgenza di malattie e infezioni.

9 – Si va verso la stagione fredda. I mantelli in natura garantiscono ai nostri animali una naturale protezione sia verso il caldo che il freddo ma ci sono razze e soggetti che hanno bisogno del nostro aiuto, specialmente se passano tempo all’esterno. Non dimentichiamoci che in città occorre fare i conti anche con l’inquinamento e i gas di scarico. I cani in passeggiata sono i primi a contatto con tutte queste insidie.

10 – Facciamo attenzione nelle nostre uscite alle specie botaniche che possono rappresentare un pericolo. Si va dal Colchicum autumnale, o “finto zafferano”, che se ingerito può causare anemia, ai frutti dell’agrifoglio, che portano diarrea, vomito, anoressia sino ai frutti dell’ippocastano o le bacche rosse della pianta del tasso, chiamata anche “pianta della morte”. Pericolo in vista anche per l’ingestione dei ciclamini. Bellissimi ma insidiosi per ‘aconitina, sostanza tossica. Un ultimo consiglio: non dispensiamo uva. Può causare problemi all’apparato digerente, ai remi e al sistema nervoso.

(Visited 19 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *