Oipa: Fermare la caccia al piccione in Monferrato

Scontro sulla caccia al piccione in un paese del Monferrato, Villanova. Gli spari sono in zone di campagna, in un piano di “abbattimento controllato”, spiega il sindaco Fabrizio Bremide, dopo l’annuncio sui canali social dell’amministrazione, con l’invito ai cittadini “a non allarmarsi”. Ma l’Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali) contesta l’iniziativa. “Mappa alla mano – afferma – spiega Alessandro Piacenza, responsabile Fauna selvatica Oipa – si nota che si tratta di una zona adiacente all’area abitata di Villanova. Sparare nei pressi di un centro urbano è vietato dalla legge 157/1992. La Corte di Cassazione, inoltre, ha stabilito che il piccione nei centri abitati va assimilato agli animali selvatici, godendo della tutela legale prevista dalla legge nazionale per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio”.

Oipa annuncia che “procederà con un accesso agli atti per valutare di procedere nelle opportune sedi legali”. La caccia è programmata vicino alle vie Vignazze e Molino Costa. “A tutti quelli che chiedono se è possibile – replica Bremide – si lo è, a termini di legge. A tutti quelli che offendono nei post invito a riflettere (anche se difficile) prima di scrivere e mantenere un minino di educazione. Se poi qualcuno ha una soluzione al problema sanitario dei piccioni o se ne vuole portare a casa è ben accetto”.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *