E’ morto il cavallo Ryder, simbolo della battaglia contro le botticelle e le carrozze nelle metropoli

Roma e New York sono lontane ma vicinissime quando si tratta di lotta alle botticelle. In Italia, nella capitale, è tutto fermo come se nulla fosse. Nella metropoli americana non è tanto diverso. Ora però, in attesa che la civiltà si faccia strada e sia abolito per sempre e ovunque questo antistorico costume, che non garantisce il benessere animale, dobbiamo ricordare proprio il cavallo che fu tempo fa il simbolo dell’indignazione. E’ infatti morto Ryder, l’equide che stramazzò al suolo lo scorso agosto durante una delle estati più torride nella storia dell’uomo.

Seppur messo in salvo, Ryder dopo aver collassato, non ha avuto molto da vivere. Un sospetto linfoma da una parte e altre patologie legate anche al suo sfruttamento, non hanno regalato a questo meraviglioso cavallo una lunga aspettativa di vita.

Viene celebrato il suo ricordo sulla pagina facebook della Maple Hill Farms. Lo ricorderemo per la sua storia e il suo ricordo deve essere di sprone per raggiungere nel nostro paese come all’estero traguardi di civiltà e benessere animale. Allo stato attuale, ancora 200 cavalli lavorano a Manhattan.

(Visited 21 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *