L’impero del gatto, “primo” animale della globalizzazione

Gatti in famiglia, nelle case rurali, nella nostra vita. I piccoli felini sono con noi da 10mila anni. Lo ha sancito uno studio sul Dna di 200 gatti vissuti negli ultimi 9.000 anni. Il dossier dimostra che i nostri amati piccoli amici sono stati dominatori del mondo, con un ‘impero’ che si estende dalla Romania del Mesolitico all’Angola dei nostri giorni, passando per l’antico Egitto e il Medioevo. A dimostrarlo, come si legge nella ricerca pubblicata sulla rivista Nature Ecology and Evolution, è stata una equipe di scienziati: la genetista Eva-Maria Geigl (per conto del Centro nazionale della ricerca scientifica francese (Cnrs) e anche l’italiano Claudio Ottoni, che lavora in Belgio all’università di Lovanio.

Partendo dal DNA di gatti venuti alla luce durante degli scavi archeologici, è stato confermato che i gatti discendono dal gatto selvatico africano (Felis silvestris lybica) e che il legame con gli esseri umani sarebbe nato agli albori dell’agricoltura, nella Mezzaluna Fertile, circa 10.000 anni fa.

I gatti difendevano le scorte di cibo dalla presenza di roditori. Sulla terra così come sulle navi, viaggiando così in modo globale dall’Asia meridionale fino all’Africa e all’Europa. Il primo animale protagonista della “globalizzazione”!

(Visited 7 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *