Violenze su animali e persone, lo stesso legame. A quando una legge italiana sul “link”?

di Stefania Piazzo – Esiste un collegamento tra la crudeltà sugli animali e le violenze sulle persone. Spesso la spia, l’indizio, si ha in famiglia. Si chiama anche link ed è il collegamento perverso che unisce in un medesimo potenziale destino animali e donne, bambini, soggetti fragili. Chi colpisce con crudeltà un animale è potenzialmente violento anche in famiglia. E, viceversa, chi è violento sulle persone, per esserlo anche sugli animali indifesi, non ha molta strada da percorrere.

Il dibattito scientifico è aperto, Ordine dei veterinari, forze di polizia, carabinieri forestali, medici di base, psicologi sono allertati e già conoscono il fenomeno che però non è ancora noto al grande pubblico. Un maltrattamento tira l’altro? In pratica, in soldoni, sì.

La formazione è però presupposto fondamentale perché i dettagli siano considerati come strumento di comprensione di un fenomeno in atto o in arrivo…

L’associazione Link fondata da Francesca Sarcinelli da anni si impegna su questo fronte. Di recente, come racconta Animal Law Italia, ha sostenuto l’apertura del Rifugio Link, dove trovano accoglienza donne e bambini con i loro animali, gestito dall’Associazione Volunteers Vs Violence.

Come detto in apertura, a fine legislatura era stata presentata una proposta di legge, cui aveva collaborato l’associazione Link, dal titolo “Modifiche al codice penale e altre disposizioni in materia di prevenzione dei processi di correlazione tra gli abusi sugli animali e la violenza contro le persone”, del deputato Devis Dori. Ne ha parlato di recente per la sua importanza anche l’associazione Ali, Animal Law Italia, ricordando la presentazione del testo.

“La finalità di un intervento legislativo sul fenomeno del link è quella di incidere sui modelli culturali, sui valori di riferimento, sugli stili di vita, per stimolare un concreto cambiamento della società”. L’obiettivo, esposto nella proposta di legge, è proprio “fornire strumenti e competenze idonei a far emergere la correlazione fra crudeltà su animali, violenza interpersonale e ogni altra condotta deviante, antisociale e/o criminale”. E come ricorda Sorcinelli sulle pagine di Ali, “Con le nuove elezioni, Dori è stato riconfermato e potrà portare avanti la proposta di legge, una volta che il governo si sarà stabilito”.

Foto di Per Lööv

(Visited 5 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *