Progetto Dobby. Con Oipa una seconda vita per gli animali in rifugio cerca famiglia

Dare una seconda possibilità ai cani costretti a vivere al limite della sopravvivenza in canili iperaffollati del Sud Italia o provenienti da altre situazioni difficili. È questa la missione del progetto Amici di Dobby dell’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) di Milano che dal 2021 a oggi è riuscita a trovare una famiglia per gli ultimi degli ultimi a quattro zampe.

L’iniziativa prende il nome da Dobby, il primo un cane anziano e malato che, grazie all’Oipa, ha potuto trovare cure, un riparo e infine una famiglia felice: il rappresentante di tutti i suoi simili che stanno aspettando ancora la loro occasione.

«Il nostro progetto vuole trovare una famiglia a quei cani adulti o anziani che, dopo anni di detenzione, diventano dei veri e propri invisibili, offrendo loro la speranza di una vita in famiglia che li riempia di amore e cure», spiega la delegata Oipa di MilanoFrancesca Collodoro. «Gli “amici di Dobby” sono prevalentemente soggetti provenienti da esperienze di vita negative ma che conservano la capacità di guardare il mondo con fiducia e positività».

Sono sei i cani che in questo momento sono ancora in rifugio e che cercano casa, di cui due di un clochard che li ha ceduti poiché non se ne poteva più occupare e gli altri arrivati da poco dalla Sicilia. Uno di loro, Pluto, è un simil-beagle tripode cui hanno mozzato la zampa. «È stato trovato a Partanna (Trapani) con un arto mozzato; i volontari dell’Oipa locale lo hanno aiutato facendolo operare ma, visto che al Sud non vi sono adozioni per questi cani, lo abbiamo preso noi in modo che il suo bel musino faccia breccia nel cuore di qualcuno», racconta la delegata.

Al loro arrivo i cani sono accolti in strutture adeguate alle loro esigenze: luoghi di transito dove, affiancati da uno staff di professionisti cinofili seri e competenti, sono seguiti con un piano mirato e individuale che gli consente di acquisire socievolezza e competenze per vivere nel mondo, nonché con un percorso preadozione per il corretto inserimento in famiglia.

«Al momento dell’adozione, per ogni famiglia è previsto un percorso di conoscenza con il cane, che ne garantisce il corretto inserimento nel nuovo ambiente», continua Collodoro. «Offriamo inoltre supporto nei rari casi di necessità o di comportamenti imprevisti».

Questo progetto dell’Oipa punta inoltre a diffondere una cultura cinofila tra i proprietari di cani, e soprattutto tra coloro che ne vogliano adottare uno, per contrastare il fenomeno dell’abbandono.  

Per informazioni, per aiutare il progetto o per adottare uno dei cani, ci si può rivolgere a Francesca Collodoro, delegata Oipa Milano: [email protected], tel. 3467032533

Oipa collabora con Zampylife nel segnalare e dare evidenza ai cani in attesa di adozione. Scarica o visita l’app di Zampylife e vai alla sezione adozioni.


Guarda e scarica le foto dei cani che aspettano e quelli che hanno trovato una famiglia  

Guarda foto e video del progetto Amici di Dobby

Video YouTube sugli ultimi tre arrivati e in attesa di adozione

Video YouTube sul progetto

(Visited 14 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *