Non regalate conigli, maialini, criceti e uccellini. Il regalo intelligente è anche adottare a distanza

Adottare a distanza è una grande opportunità. Per l’animale al quale doniamo cibo e cure e del quale avremo notizia e aggiornamenti grazie alla serietà delle associazioni che offrono questa opzione. Ed è un regalo etico che insegna chi riceve il regalo a prendersi cura di un essere senziente amandolo anche da “lontano”, senza per questo far venir meno un gesto d’amore importante.

Evitiamo di regalare conigli e coniglietti che, venduti con la promessa che “poi restano piccoli” dopo qualche mese ci si trova in formato xxl e di difficile gestione. Non sono pupazzi, hanno bisogno di spazi vitali, tranquillità. Lo stesso vale per i roditori di ogni specie e genere. Vi sono oasi e rifugi che dopo Natale registrano abbandoni e cessioni di proprietà proprio perché per capriccio si è voluto un animale e per irresponsabilità lo si rottama poco dopo le feste.

Anche i piccoli volatili non sono animali di pezza. La loro cura è meticolosa e bisogna sempre pensare “avanti”. Alle prime vacanze, chi si occuperà di loro?

Stesso discorso per i piccoli maialini. D’appartamento proprio non c’è nulla. Rischiano la stessa sorte, se non peggio, dei conigli che “crescono troppo”. Insomma, usiamo la testa, non la voglia di un momento.

Adottare a distanza un gatto, un cane, un animale “speciale” come un cavallo, una pecora, un maiale, delle papere, un asino, un vitello, una mucca è possibile ed è un modo per entrare in contatto con l’altra metà del mondo, quella che la vita la difende sempre, che non mette paletti tra una specie e un’altra.

I santuari esistono proprio per questo e a dispetto di una legislazione nazionale in ritardo, la società è già oltre e si sta sempre più avvicinando a queste realtà per scoprire che è possibile rispettare, amare chi è diverso da noi senza per questo non dover avere il diritto di finire i propri giorni in un campo piuttosto che in un macello. Fermiamoci a riflettere e a trovare quell’equilibrio che abbiamo smarrito. Non siamo noi il centro dell’universo. (ste.pi.)

(Visited 12 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *