Galeotta può essere la tavola di Natale. I cibi che i cani devono evitare

Questo proprio no. Anzi, questi proprio no. Perché l’elenco dei cibi che possono risultare dannosi se non fatali in alcune circostanze non sono pochi per i nostri amici cani di casa.

E siccome dedichiamo più tempo ai fornelli, alle spese, nulla è impossibile da raggiungere per la golosità dei nostri quattrozampe. Ma cedere alla tentazione di allungare loro un boccone prelibato può costare caro alla loro salute. E sono dispiaceri. Cosa dobbiamo assolutamente tenere lontano dalla portata del cane per evitare una corsa dal veterinario, intossicazioni o danni agli organi vitali?

Ricordiamo che sono assolutamente banditi gli alcolici, l’etanolo (presente anche nella frutta marcia andata a male, ndr), provoca vomito, disidratazione e sintomi neurologici.

Uvetta (pensiamo al panettone…), uva sono alimenti velenosi per il cane, possono portare a danni irreversibili a livello renale. Sulle tavole del Natale gira facilmente l’avocado. Ecco, teniamolo fuori dalla portata del cane dato che una tossina fungicida, persina, che è contenuta nel frutto, provoca vomito, diarrea sino a difficoltà respiratorie. Avocado dunque bandito!

Darà anche sapore ai nostri cibi, ma l’aglio per Fido, così come la cipolla, sono demolitori dei globuli rossi. Portano vomito, inappetenza, debolezza. Teniamo lontano questi alimenti, in modo particolare se abbiamo in casa akita e shiba inu, sensibili più di altri agli effetti collaterali.

Vietatissime le noci di macadamia. Effetti riconoscibili della loro ingestione le mucose pallide, sintomi neurologici e debolezza.

Non mancherà il cioccolato… Insieme a caffè e the è un nemico acerrimo della salute portando effetti al cuore, al rilascio dei muscoli lisci e sintomi neurologici.

Dal cioccolato ai dolci il passo è breve. Lo xilitolo usato come dolcificante nello stesso cioccolato, nelle caramelle, presente nella frutta, in avena, bucce di mais, canna da zucchero e betulla, in prodotti da forno, in cibi dietetici ma anche dentifrici, colluttori, pastiglie per il mal di gola… porta a gravi danni epatici.

Infine, ma non ultime, le ossa. Croce e delizia. Ma che croce se offerte cotte. Diventano stiletti nell’intestino del cane, lacerando e bucando organi fino a danni irreversibili. Insomma, atteniamoci alle regole del buon senso. Offriamo snack e masticativi preparati per il cane, non usciamo dalle sane abitudini quotidiane. Ah, a proposito, attenzione agli stuzzicadenti con cui trafiggiamo olive e cibi per noi umani. Ingeriti, possono essere anche mortali. Non è uno scherzo, fare attenzione è indispensabile.

(Visited 11 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *