Ciao ciao bonus per gli animali domestici

La manovra finanziaria ha messo da parte il bonus per sostenere le spese di cura e assistenza per gli animali domestici. Nulla di nuovo sotto il sole. Sono e restano per lo Stato un bene di lusso.

Il provvedimento avrebbe potuto aiutare con contributo fino a 450 euro annui i nuclei familiari con un ISEE non superiore ai 15 mila euro. Invece, per chi ha un reddito inferiore ai 7000 euro, il sostegno economico sarebbe arrivato anche a 900 euro. 

Tra tutti, ecco il commento dell’Enpa attraverso la presidente Carla Rocchi: “Se ancora ce ne fosse bisogno questo gesto politico, dopo anche l’approvazione dell’emendamento sulla caccia selvaggia, è la riprova che questo Governo è ostile agli animali. – commenta con l’amaro in bocca Carla Rocchi, Presidente nazionale dell’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali).  – Da anni Enpa chiede la riduzione dell’IVA al 10% per pet food e spese veterinarie e in un momento come questo tra aumenti di energia, carburanti e inflazione a cascata in tutti i settori togliere le agevolazioni per chi ha animali domestici equivale a mettere a rischio migliaia di vite. Troppe le cessioni per motivi economici e tantissime famiglie che si rivolgono alla nostra associazione perché non riescono a sostenere i costi onerosi di interventi veterinari e del cibo per i propri animali domestici. Non prevedere agevolazioni per chi ha animali equivale a mettere a rischio migliaia di vite”.

(Visited 5 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *