Niente gatti, conigli e cani venduti in negozio. A quando l’Italia come New York?

Stop. New York dice basta ai conigli, ai cani e ai gatti in vetrina nei negozi. La decisione entrerà in vigore dal 2024, ma è una svolta epocale. Prima di tutto il benessere animale, cani e gatti non sono merce da esporre come abiti, profumi… e poi, la verità è che nella filiera dell’illecito e del traffico di animali, l’ultimo anello della catena spesso e volentieri è il negozio. La provenienza dubbia, l’alto tasso di patologie quando si tratta di cuccioli che arrivano prima dei due mesi, spesso con libretti sanitari compilati in modo non veritiero…. insomma, tutto questo ha spinto lo Stato di New York a tirare una riga. O di qua o di là. In particolare là dove si promuove la cultura dell’adozione.

Il disegno di legge porta la firma dei Democratici e della governatrice Kathy Hochul, che si aggiunge ai colleghi che già hanno varato un analogo provvedimento in California e Illinois. 

Foto di Aswathy N 

(Visited 9 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *