Pet working – Università Unicusano apre le porte agli animali in ufficio

Hanno più volte dimostrato che la presenza di animali in ufficio aumenta il rendimento, migliora le prestazioni lavorative. Così, un po’ alla volta, molte realtà hanno consentito ai rispettivi dipendenti di poter avere con sè anche il proprio animale domestico.

La bella notizia arriva dall’Università del Salento Unicusano. Eh sì, perché il Consiglio di amministrazione dell’ateneo ha dato il via libera all’unanimità al “progetto sperimentale Pet Working – Gli animali d’affezione in ufficio”, su iniziativa dalla consulta universitaria.

Avere accanto il proprio pet, si legge, «rappresenta ormai un vero e proprio “benefit aziendale”: non si tratta solamente di una esperienza gradevole da vivere mentre si lavora, ma incentiva la partecipazione emotiva positiva alle attività lavorative». Porte aperte a gatti e cani di piccola e media taglia, per ora. I pet non potranno al momento stare in uffici a diretto contatto col pubblico o in aule o spazi didattici, ma siamo certi che i loro spazi non potranno che crescere.

Foto Yerlin Matu

(Visited 8 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *