Morte istruttrice cinofila Kochelenko. Si indaga per omicidio. Movente il furto di due pastori tedeschi?

I magistrati non archiviano. Vogliono approfondire cosa è accaduto a Polina Kochelenko, l’istruttrice cinofila il cui cadavere era stato rivenuto il 18 aprile due due anni fa in un canale nel pavese. Si era dapprima ipotizzato che la donna fosse morta gettandosi in acqua per trarre in salvo i cani che portava con sè. Ora la procura con il giudice per le indagini preliminari non intende accogliere l’istanza di archiviazione. Si indagherà per omicidio. A ciò si aggiunga che nel canale l’acqua era alta pochi centimetri.

Il sospetto è che ad essere un possibile movente sia stato il tentativo di sottrarre i suoi due pastori tedeschi del valore di 15mila euro ciascuno.


(Visited 8 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *