Il cane non è un’auto da parcheggiare in garage. Cassazione: è maltrattamento

Importante pronunciamento della Cassazione su una vicenda che fa giurisprudenza, finalmente. E’ reato di maltrattamento rinchiudere un cucciolo in garage. E’ togliere all’animale le condizioni etologiche di benessere oltre che non poter garantire equilibrip psicofisico.

Si è arrivati così ad una condanna con mille euro di multa. La Corte di Cassazione infatti con la sentenza 537/2023 depositata l’11 gennaio 2023, ha confermato la sanzione per il proprietario che aveva lasciato il cucciolo nel garage di casa assieme ad altri beni materiali.

Il garage era poco illuminato, il cane non era nelle condizioni di vivere in modo adeguato la propria vita e veder soddisfatte le proprie esigenze. La ciotola dell’acqua era rovesciata, il piccolo viveva in isolamento dal mondo.

E’ quanto è bastato ai giudici per sancire che l’ipotesi di reato di cui all’art. 727, secondo comma del condice penale non postula la necessaria ricorrenza di situazioni, quali la malnutrizione e il pessimo stato di salute degli animali, indispensabili per poterne qualificare la detenzione come incompatibile con la loro natura, ma al proposito rilevano tutte quelle condotte che incidono sulla sensibilità psico-fisica dell’animale, procurandogli dolore e afflizione.

Diversa la questione della confisca dell’animale. Poiché i giudici devono tener contro del fatto che il cane, nel frattempo cresciuto, è diventato grande con l’imputato. Si spera, non vivendo in garage…

(Visited 83 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *