Il Santuario Capra Liberi tutti: L’Europa chiede all’Italia perché liberalizza la caccia in aree protette. Domenica 12 febbraio manifestazione a Firenze

E’ con tempestività che il Santuario Capra liberi tutti informa sul proprio profilo Instagram che Bruxelles prende posizione sulle “novità” che il governo ha deciso di mettere in campo rivoluzionando la caccia. “La Commissione Europea – Direzione Generale Ambiente – ha inviato all’Italia – si legge – una lettera per chiedere spiegazioni sull’emendamento alla Legge Bilancio 2023 che come sapete stravolge drammaticamente la gestione faunistica italiana, liberalizzando la caccia anche nelle aree protette, nei giorni di silenzio venatorio e nei periodi di divieto”.

Entro un mese Bruxelles attende una risposta da Roma. Ma muovere le coscienze e coinvolgere i cittadini è il passaggio fondamentale per far sentire il peso di una responsabilità e di una scelta che deve essere etica e scientificamente fondata. Ecco perché “diversi rifugi, collettivi, associazioni e media antispecisti hanno deciso di prendere posizione e scendere in piazza contro la normalizzazione e liberalizzazione della violenza come strumento di gestione del rapporto con la fauna selvatica”.

Ecco dove, ad esempio:

FIRENZE – PIAZZA SANTA MARIA NOVELLA
DOMENICA 12 FEBBRAIO
ORE 14:30

Il lungo post aggiunge: “Sarà un momento di protesta ma anche di informazione, razionale ed etologica, per fermare la guerra dichiarata agli altri animali fondata su una propaganda istituzionale violenta e oppressiva, che fa leva su un clima di pregiudizio e profonda ignoranza in merito alle dinamiche e alle identità animali, che la maggior parte delle persone semplicemente non conosce e non ha mai approfondito, se non attraverso la narrazione utilitaristica dominante, una narrazione che cura e difende i soli interessi dell’industria zootecnica e del comparto venatorio e produttivo.

Il 12 febbraio a Firenze, diversi rifugi, collettivi, associazioni e media antispecisti porteranno in piazza l’animalità.

Speriamo che la piazza del 12 febbraio a Firenze sia solo l’inizio di un percorso pensato per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità e l’urgenza di pensare e mettere in atto un paradigma diverso di convivenza e coabitazione con le altre specie animali”.

zampynews notizieoggi

Immagine dal profilo social di Capra liberi tutti

(Visited 66 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *