Trentino, lupo ucciso. L’Enpa: E’ bracconaggio

Dopo il ritrovamento del corpo esamine di un lupo a Nago di Torbole, nel quale è stato ritrovato un colpo di un’arma da fuoco, l’Ente Nazionale Protezione Animali (Enpa) parla di un “gravissimo atto di bracconaggio” L’Enpa – si legge in una nota – “è pronta a denunciare e a costituirsi parte civile in un eventuale processo per questo gravissimo reato: non si può uccidere impunemente un animale, specialmente se appartenente ad una specie protetta, importantissima per il mantenimento della biodiversità”. “Ricordiamo, continua l’Enpa, che il lupo è particolarmente protetto dalla legge 157/92 e dalle convenzioni internazionali e dalla direttiva europea Habitat. Confidiamo nel lavoro del Corpo forestale provinciale, che saprà condurre le necessarie indagini di polizia giudiziaria, al fine di individuare l’autore del grave reato e assicurarlo alla giustizia”. Enpa ha già attivato il proprio ufficio legale per procedere alla denuncia contro il bracconiere e si costituirà parte civile in caso di processo, si legge in una nota firmata dalla presidente del Trentino Ivana Sandri. 

(Visited 56 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *