L’Enpa: Salvato un riccio con un collare conficcato nella pelle

I ricci sono animali selvatici. Entrano spesso nei nostri giardini, li troviamo nel parchi. Vanno rispettati e non considerati piccoli pupazzi da addomesticare o… tenere al guinzaglio con un collare al collo. La notizia diffusa dall’Enpa è davvero incredibile. Sulla pagina social dell’associazione nella sezione Milano si legge la vicenda di un piccolo riccio, fortunatamente salvato. “Questo riccio – si legge – è stato portato nella nostra clinica veterinaria perché aveva stranamente una fascetta di plastica intorno al collo. Massimiliano, questo il nome del soccorritore, quando lo ha visto nel proprio giardino ha provato ad avvicinarlo pensando semplicemente di tagliare il “collarino”, ma poi si è accorto che era praticamente incistato nella carne. Quindi ha preferito prelevare il riccio e affidarlo alle cure dei nostri operatori e veterinari.

Come si sia infilato nel collarino è un mistero. Si spera non sia stato il gioco cinico di qualcuno. “Suppongo che quando era più piccolo il riccio deve essersi infilato sfortunatamente in quella fascetta di plastica” ha dichiarato Massimiliano agli operatori “e che poi con il passare del tempo crescendo di dimensioni, il piccolo collarino gli si è conficcato nella cute. Avevo paura di fargli male e per questo motivo ho preferito portarlo da voi“.

Dopo un paio di giorni di cure da parte dei nostri veterinari, il riccio questa mattina stava molto bene, era reattivo ed è quindi stato trasferito al C.R.A.S. di Vanzago dove, una volta terminato il periodo di convalescenza, sarà liberato. Un grazie particolare a Massimiliano per la sua sensibilità e attenzione!”, conclude Enpa.

(Visited 63 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *