La cultura del cavallo. Un corpo e una mente che racchiudono tanti “segreti”

di Susanna Cottica – Un aspetto importantissimo per conoscere i cavalli è la cultura. Chi mai prende in mano un manuale di equitazione per leggere e conoscere i concetti base? Quanti ragazzi che fanno gare conoscono i concetti di ritmo, velocità, cadenza, andatura… E’ sempre troppo poco il tempo che i ragazzi dedicano con attenzione e dedizione ad approfondire e conoscere. Montano a cavallo ed è finita li. Se ognuno dedicasse dieci minuti in più ogni giorno per arricchire la propria conoscenza, si formerebbero molti più cavalieri di eccellenza. Bisogna approfondire, studiare, avere la curiosità della conoscenza, avere voglia di migliorarsi. Tantissimo si impara anche dall’osservare i bravi groom che si occupano meticolosamente dei cavalli. Quante cose sanno fare, quanto sono attenti al minimo dettaglio… impariamo da loro! Ci sono manuali di equitazione ben fatti nelle librerie, dove si può conoscere il cavallo da un punto di vista fisico e psichico. Come è fatto il suo corpo, quali sono i suoi punti deboli, cosa mangia, quanto e come, quanto deve bere, le sue necessità di movimento in libertà e di socializzare con i suoi simili. Sapere quanti denti ha il cavallo, conoscere come sono fatti i suoi zoccoli e via dicendo.

Quando si è giovani si ha più fretta e si mira al risultato che arrivi il più presto possibile. Il vero privilegio è invece quello di apprezzare e gioire delle piccole conquiste quotidiane. Se siamo spinti dalla passione, quella vera, quella che ci spinge ad alzarci ogni mattina e non vedere l’ora di arrivare in scuderia, se abbiamo la curiosità di conoscere e quindi studiare IL CAVALLO ci si aprirà un mondo di nuove emozioni e gioie.

Cavalli & Cavalieri

Susanna Cottica

(Visited 119 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *