Un anno di guerra. Come UAnimals ha salvato animali domestici e selvatici

Tutto il mondo si è mobilitato per salvare più animali possibile per le conseguenze del conflitto in Ucraina. Associazioni di tutte le bandiere si sono prodigate. Anche in terra ucraina. Oggi facciamo conoscere Uanimals, per rendere nota l’attività che è stata svolta con coraggio direttamente sul territorio e che ha coinvolto non solo gli animali da compagnia ma anche la fauna selvatica, gli animali nei bioparchi, nei pascoli.

Il movimento umanista UAnimals è stato creato nel 2016 dall’attivista pubblico Oleksandr Todorchuk e ha iniziato le sue attività con una lotta su larga scala contro lo sfruttamento degli animali nei circhi.

Il conflitto ha visto una mobilitazione ad ampio raggio, perché le emergenze hanno coinvolto tutti gli animali, senza distinzione.

Nel loro sito, informano su quanto realizzato. Non c’è bisogno di commenti, è utile capire l’impresa titanica che hanno e stanno realizzando. Lasciamo a loro la parola. Tra tutti gli aiuti, ricordiamo le 10 tonnellate di fieno consegnate ad Andrea Cisternino per il suo rifugio, Kj2.

“Cosa abbiamo fatto:

fornito foraggio a tutte le regioni dell’Ucraina;

592.172 kg di foraggio sono stati inviati agli animali. Di questi – 348.954 kg – per cani e gatti, 243.218 kg – per animali domestici, uccelli e roditori;

Sono stati nutriti 126.465 animali, compresi animali selvatici e domestici;

177.987 animali hanno ricevuto assistenza finanziaria;

7.460 animali sono stati sterilizzati in 41 insediamenti dell’Ucraina, compresi i territori temporaneamente occupati;

più di 1.000 animali sono stati evacuati da aree pericolose. Tra questi: cani, gatti, uccelli, tigri, leoni, orsi, cammelli, cavalli, mufloni, alpaca, mucche, procioni, tassi, volpi, lupi, cani, gatti, asini, pecore, capre, nutrie, serpenti, salamandre, istrici , proboscide, lemure, ecc.

più di 400 animali sono stati evacuati all’estero;

circa 7 tonnellate di foraggio furono portate nei territori disoccupati di Kharkiv Oblast e Kherson Oblast, nonché a Donetsk Oblast;

sono stati curati più di 120 animali in tutto il paese ;

è stato possibile ricostruire diversi rifugi danneggiati dalle ostilità: il centro di sterilizzazione “Step to Animals” a Chernihiv, il rifugio per animali di Gostomel. Hanno anche aiutato con la riparazione delle seguenti istituzioni che hanno subito i bombardamenti: l’allevamento di cavalli di Dnipropetrovsk, il rifugio “Give a Chance” a Sloviansk e il rifugio “Friend” a Kramatorsk;

il nostro dipartimento legale ha inviato più di 50 appelli alle istituzioni statali, circa 30 dichiarazioni alle forze dell’ordine sul fatto di crudeltà verso gli animali, circa 10 lettere di petizione, fornito consulenze su questioni di protezione degli animali che sono arrivate alla hotline, concluso più di 20 contratti con partner;
Insieme a Humane Country MFI, hanno registrato e ottenuto l’adozione in prima lettura del progetto di legge sul divieto di fuochi d’artificio ;

È stata lanciata la campagna informativa internazionale #StopEcocideUkraine, nell’ambito della quale è stato preparato un progetto di appello della Verkhovna Rada dell’Ucraina alle organizzazioni internazionali sulla condanna dei crimini della Russia contro l’ambiente e un progetto di risoluzione della Verkhovna Rada dell’Ucraina sul riconoscimento di ecocidio;

insieme ad altri attivisti pubblici e organizzazioni ha ottenuto un “congelamento” del disegno di legge n. 8150, che consentirebbe l’allevamento di oche e anatre per la produzione di foie gras, la macellazione, la rosolatura, la scuoiatura, l’affumicatura, la separazione di parti dagli animali, ecc. – fino alla cessazione dei loro battiti cardiaci, così come l’uccisione di massa di animali senza casa. Al suo posto, verrà elaborato e registrato un nuovo disegno di legge senza clausole controverse ;

abbiamo sostenuto più di una dozzina di iniziative vegane che forniscono cibo ai nostri soldati e agli sfollati;

acquistato e consegnato 10 tonnellate di fieno al rifugio per animali “Rifugio Italia Kj2” nella regione di Kyiv, 13,5 tonnellate di fieno al rifugio “Zdrave zhitva” nella regione di Vinnytsia e 5.250 kg di fieno al rifugio “Ugolok” nella regione di Mykolaiv, fornendo loro fieno per l’intera stagione fredda;

fondi raccolti e trasferiti per la riparazione del pavimento nel rifugio per animali di Kherson;

il risultato della partnership con il gruppo Suziria – l’inizio della ricostruzione dei locali veterinari “Best Friend” e la costruzione di una caldaia per 1 milione 700 mila UAH ;

contribuito alla costruzione di voliere, cabine, box di sterilizzazione e un centro di svernamento per nove rifugi;

sostenuto l’ONG “Every Animal”, l’istituto vegano Lviv cucina vegana a Lviv e il ristorante vegano “loopci” a Kiev, che preparano cene e consegnano cibo vegano e vegetariano per i nostri militari;

abbiamo eccellenti partner permanenti: Josera, Royal Canin, Masterzoo, Petslike, Humanitarian Post of Ukraine;

attratto 50 nuovi partner;

ha lanciato una fantastica iniziativa con Animal-ID: 65 quadrupedi hanno ricevuto il loro passaporto QR”.

Per saperne di più: https://uanimals.org/

Lasciamo a loro la parola

(Visited 37 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *