In India nei riti religiosi arriva l’elefante meccanico

Piccola vittoria per gli animalisti indiani: un tempio nello Stato meridionale del Kerala ha introdotto un elefante meccanico per l’esecuzione dei riti invece di uno vero, come primo passo verso la fine dell’utilizzo degli animali viventi alle celebrazioni religiose. Lo ha riferito la Bbc precisando che il robot di elefante e’ stato donato all’ Irinjadappilly Sree Krishna Temple, nel distretto di Thrissur, da People for Ethical Treatment of Animals (PETA) India e dall’attrice Parvathy Thiruvothu. La speranza e’ che questa iniziativa sia l’inizio di una lunga serie per aiutare ad organizzare eventi “cruelty-free”. Secondo il quotidiano Indian Express, il modello di elefante donato e’ alto 3 metri e 30, pesa 800 kg ed e’ costituito da un telaio di ferro. Nell’accogliere con felicita’ il dono dell’elefante meccanico, il sacerdote del tempio Rajkumar Namboothiri ha detto al quotidiano Indian Express di “sperare che anche altri templi pensino di sostituire gli elefanti veri con elefanti robotici per i loro rituali”. 

(Visited 40 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *