Operava senza autorizzazione, chiuso canile a Vimercate

 Operava senza avere alcuna autorizzazione; per questo una donna di 31 anni, legale rappresentante di un ricovero per cani di Vimercate, in provincia di Monza Brianza, è stata sanzionata e la struttura è stata chiusa. A scoprire il tutto, i carabinieri dei Nas di Milano che, nell’ambito di una specifica campagna di controlli a livello nazionale presso canili e gattili pubblici e privati, hanno eseguito l’ispezione al fine di verificare la corretta conduzione della struttura ed il benessere degli amici a 4 zampe. I militari, intervenuti con l’ausilio del personale sanitario Ats competente, hanno accertato che la legale rappresentante, 31enne italiana, non aveva mai presentato la prevista registrazione dell’attività. A suo carico, quindi, è stata comminata una sanzione amministrativa pari a mille euro. Ed è stata disposta l’immediata chiusura della struttura ricettiva. I 14 ‘ospiti’, tutti cani di varie razze, in buono stato di salute, sono stati riaffidati ai proprietari che, con stupore, hanno appreso di aver affidato i loro ‘amici’ ad una struttura irregolare. Per questo i carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità lanciano un appello ai proprietari di animali domestici, invitandoli a segnalare e chiedere l’intervento presso tali strutture nel caso sospettino soprusi su cani, gatti o qualsiasi altro animale.

(Visited 74 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *