Traffico cuccioli dall’est. Titolare di 2 negozi a Varese denunciato

Il titolare di due negozi di animali in provincia di Varese è stato denunciato dai carabinieri forestali con l’accusa di traffico internazionale di cuccioli provenienti dall’est Europa. A quanto emerso dalle indagini dei militari di Varese, in collaborazione con il Raggruppamento Cites di Roma, l’uomo avrebbe importato illegalmente cuccioli di Spitz, King cavalier, Chihuahua, Maltese e Barbone nano, che sarebbero stati strappati prematuramente alla madre e dei quali sarebbe stata falsificata sui documenti la data di nascita per aggirare la norme sulla vendita. Gli animali erano senza microchip e senza le certificazioni sanitarie e vaccinali. Lo stesso commerciante, per ovviare alle precarie condizioni di salute dei cani, spesso affetti da malattie come il parvovirus, gli somministrava farmaci per mascherare i sintomi causando per questo motivo la morte di 2 cuccioli.

(Visited 45 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *