Siena, quando sono i proprietari dei cani a gestire l’area di sgambo

Quando l’iniziativa privata incontra la pubblica amministrazione, per il benessere animale. L’esperienza che stanno vivendo alcuni proprietari di cani a Siena è molto indicativa e positiva perché è un esempio di responsabilità e di collaborazione per un fine comune: garantire un servizio che sta a cuore a noi e agli animali.

E’ stato infatti rinnovato il patto di collaborazione tra il Comune di Siena ed un gruppo di cittadini proprietari di cani per la gestione condivisa dell’area di sgambo nella zona di Taverne d’Arbia, in via degli Aldobrandeschi. Vista la scadenza dell’accordo previsto per giugno 2023 i proprietari hanno presentato al Comune una breve relazione sull’attività svolta richiedendo il rinnovo del patto di collaborazione. I cittadini coinvolti, insieme agli uffici competenti del Comune, dovranno occuparsi della tutela igienica del posto (interventi di pulizia e disinfestazione), la manutenzione del verde (taglio erba e rimozione sfalci) e l’organizzazione di eventi ricreativi. La durata del patto è di tre anni. Ed è una straordinaria testimonianza di senso civico.

A volte si attende che sia il Comune a offrire servizi. E’ vero, paghiamo le tasse, ma collaborare e partecipare sentendo proprio anche un bene che è finalizzato a far star bene e meglio i propri pet è un atto di grande responsabilità. Costruire insieme un valore è quanto di più educativo possa esserci.

(Visited 17 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *