I pet in casa proteggono i bambini dalle allergie alimentari

I sorprendenti risultati di una ricerca pubblicata di recente sulla rivista avrebbero dimostrato che gli animali domestici potrebbero ridurre l’insorgenza di allergie alimentari nei bambini. I ricercatori giapponesi hanno effettuato uno studio su oltre 65.000 neonati in Giappone. Lo scienziato Hisao Okabe del Fukushima Regional Center sostiene che il 22% dei soggetti inclusi è stato esposto ad animali domestici durante il periodo fetale. A rilanciare lo studio è il portale svizzero https://www.bluewin.ch/.

Il risultato?
“Tra i bambini esposti a cani e gatti di casa, l’incidenza di allergie alimentari è risultata significativamente ridotta, anche se non vi è stata alcuna differenza significativa per i bambini in famiglie con cani tenuti all’aperto», hanno commentato gli autori. E sempre secondo i ricercatori, nello specifico, “i bambini esposti ai cani da appartamento avevano una probabilità significativamente minore di soffrire di allergie alle uova, al latte e alle noci; i bambini esposti ai gatti avevano una probabilità significativamente minore di soffrire di allergie alle uova, al grano e alla soia”.
E non è finita qui: “I bambini esposti ai criceti – meno dell’uno per cento del gruppo studiato – avevano un’incidenza significativamente maggiore di allergie alle noci”.

(Visited 6 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *