Orsa JJ4, Enpa: Bene Governo e Ispra per spostamento

L’Ente Nazionale Protezione Animali accoglie con soddisfazione la presa di posizione del ministro Pichetto Fratin, favorevole ad una soluzione cruelty free per JJ4 e gli altri orsi condannati a morte. Anche l’ISPRA in queste ore ha messo nero su bianco che l’uccisione non è l’unica strada percorribile. “Il presidente della PAT – afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa – dovrebbe trarre le doverose conclusioni, ponendo fine alla sua personalissima guerra contro i plantigradi. Una guerra, quella di Fugatti, che non serve a nessuno: agli animali, al territorio, alla politica. Ma – soprattutto – non serve alla stessa popolazione trentina, poiché con le condanne a morte non si risolvono i problemi causati dalla decennale mancanza di informazione e sensibilizzazione dei residenti, nonché dalle gravissime omissioni sull’applicazione dei metodi preventivi”.

“La morte di JJ4 e di altri esemplari non potrebbe assolutamente prevenire il verificarsi di altri ‘incidenti’ con gli stessi orsi o con altre specie selvatiche – spiega Enpa in una nota spiegando che per tale motivo – accoglie con favore l’ iniziativa dei Comuni trentini di Castel Condino e Borgo Chiese, che hanno finalmente intrapreso azioni concrete per segnalare la presenza di orsi sul territorio e per informare la popolazione, invitandola comportamenti a responsabili… Convivere con la fauna si può, si deve ed è a nostro stesso beneficio”.

(Visited 14 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *