Oggi è la giornata mondiale dell’animale da laboratorio. A Brescia il Centro nazionale di referenza per i metodi alternativi

di Stefania Piazzo – La battaglia per arrivare all’abolizione della sperimentazione animale ha alle spalle decenni di campagne di lotta.

Il fatto che il 24 aprile si celebri la giornata mondiale dedicata agli animali “da laboratorio” serve per richiamare l’attenzione pubblica alle morti silenziose dei tanti esseri viventi costretti a passare la propria vita in gabbia per fini di sperimentazione.

Ciò che non viene reso noto è che in Italia è presente il Centro nazionale di referenza per i metodi alternativi, presso l’Istituto zooprofilattico sperimentale “Ubertini” per la Lombardia e l’Emilia Romagna, con sede a Brescia. Il Centro dell’Izs, che è una diretta emanazione del ministero della Salute, che attribuisce ai singoli Izs regionali specifiche competenze e Centri di referenza.

A Brescia è presente una imponente banca dati cellulari, a cui attingono laboratori da tutto il mondo per ricerche genetiche e mediche. In sostanza, l’Izs conserva le cellule animali, utili per procedere in modo etico e senza impiego diretto di animali vivi, alle ricerche e alle sperimentazioni.

E’ questa la strada possibile per il superamento della sperimentazione come la conosciamo oggi! Interroghiamoci sul perché il Centro di referenza nazionale per i metodi alternativi non è noto alla pubblica opinione e perché le autorità sanitarie nazionali non ne diffondano il lavoro e l’esistenza.

(Visited 19 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *