Oltralpe ci riprovano: stop alla sperimentazione animale

La Svizzera è la patria della sovranità diretta e dei referendum. I cittadini possono davvero cambiare il loro destino e la gestione delle regole. Prova ne sia che torna in campo l’iniziativa popolare per “vietare la sperimentazione animale e umana”.Viene chiesto il divieto totale della sperimentazione animale.

Il testo, rivisto rispetto alla versione che aveva registrato una bocciatura del consenso popolare, vieta la sperimentazione animale, la detenzione o l’allevamento di animali a fini sperimentali e il commercio di animali a tali fini.

E così, a 15 mesi dalla precedente bocciatura, tornano “a nome degli animali che soffrono”. Gli esperimenti sono eticamente problematici e “producono risultati scientificamente inaffidabili”, affermano.

Il comitato d’iniziativa, composto da persone di lingua tedesca e da una donna ticinese, cpme spiegano i media ticinesi, non sarà tuttavia messo in votazione prima di circa cinque anni.

Si cercherà quindi una maggioranza trasversale e un consenso che eviti una nuova bocciatura. Infatti, i tentativi nel passato non sono mancati. Il testo è il quinto sul tema. Nel 2022 era stato respinto, così come nel 1993, nel 1992, nel 1985.

(Visited 10 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *