E’ la giornata mondiale della biodiversità. Nel nostro piccolo possiamo…

La ricchezza sta nella diversità. E per ribadirlo, le Nazioni Unite hanno voluto fissare il 22 maggio di ogni anno, nel pieno dell’esplosione della primavera, per ricordare l’adozione del testo della Convenzione per la Diversità Biologica, che risale infatti al 22 maggio 1992.

Dal cibo al rispetto degli equilibri tra uomo e animali, temi molto attuali in questo ultimo periodo, sino al tema della sicurezza ambientale e alla risorsa acqua, non c’è tema che possa essere escluso dalla giornata.

Pensare che sia l’uomo il centro dell’universo ha portato solo alla distruzione e all’impoverimento del pianeta.

Tutti noi, nei piccoli gesti quotidiani, siamo fondamentali. Basta anche solo ragionare sull’impatto che può avere il nostro stile di vita nei consumi verso tutte le risorse e quanto serve per produrle.

I suggerimenti, sempre validi e senza tempo, ad esempio, dell’Istituto Superiore per la Protezione
e la Ricerca Ambientale, che facciamo nostri, sono questi:

  • ridurre il consumo di carne
  • acquistare e mangiare alimenti stagionali
  • acquistare cibi locali
  • ridurre lo spreco di cibo
  • compostare gli avanzi di cibo
  • ridurre gli imballaggi alimentari utilizzando sacchetti riutilizzabili o contenitori di vetro riutilizzabili
  • evitare plastiche monouso (cannucce di plastica, tazze per il caffè, posate di plastica, contenitori o bottiglie di plastica per l’acqua, ecc.)
  • promuovere la biodiversità locale e indigena (razze e varietà) per cibo e nutrizione.
(Visited 16 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *