Volare col proprio pet è ancora un miraggio. A quando pieno diritto di circolazione?

Per chi ha un animale da compagnia viaggiare volando è ancora un’impresa. La stiva è la soluzione che viene proposta da quasi tutte le compagnie, a meno che il pet non superi un certo peso e sia quindi trasportabile in cabina in un kennel.

Volare, insomma, non è per tutti e resta ancora una conquista, anche se il mercato propone offerte che rendono possibile la movimentazione. Ma a costi che non tutti possono permettersi. Oggi la K9 Jets di Londra realizza voli personalizzati, su misura, ma le tariffe non sono per tutte le tasche. Si parla infatti di cifre sino a 9mila dollari tra New York e il vecchio continente. E ogni tratta ha un costo da concordare.

La questione del diritto alla circolazione dei pet non è cosa da poco. E i problemi sono sempre all’ordine del giorno anche quando si vuole viaggiare in treno. Nonostante infatti le campagne pubblicitarie di note compagnie sulla “facilità” di accedere ai servizi, in realtà le esperienze di lettori di Zampy ci disvelano un quadro non poi così semplice. Ma torneremo a parlarne, molto presto!

(Visited 8 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *