Orsi, Oipa: Definire al più presto trasferimento. Presto al Tar nuova soluzione

 L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) chiede “chiarezza” sul tavolo di confronto sui plantigradi in Trentino, ribadendo la disponibilità a confrontarsi con le istituzioni “per la salvezza e il benessere degli orsi del Trentino”. “Senza dubbio meglio il trasferimento dell’abbattimento, tuttavia vi sono ancora nodi da sciogliere. Siamo disponibili a confrontarci con tutte le istituzioni in campo e aspettiamo un riscontro del ministero sui dodici punti formalizzati dopo il tavolo tecnico e sulla nostra proposta di trasferimento nel santuario Liberarty bear santuario zarnesti, gestito dall’associazione Milioni di amici”, afferma in una nota il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto. L’Oipa informa che nei prossimi giorni depositerà al Tar ulteriore documentazione a sostegno dell’ipotesi di trasferimento, come richiesto nell’udienza dello scorso 25 maggio. “Catturare orsi a casaccio non contribuisce certo a incrementare la sicurezza dei cittadini, anzi la menomazioni. Le continue interazioni con le persone e la pressione a cui saranno sottoposti gli animali, non farà altro che indurli a spostarsi in zone prima non frequentate, come aree urbane, strade o altre zone antropizzate”, avverte invece Massimo Vitturi, responsabile Lav animali selvatici, definendo l’ipotesi ministeriale di trasferimento come “un’operazione fallimentare che contribuirà ad incrementare in maniera esponenziale i rischi di incidente”. 

(Visited 7 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *