Enpa: Fate entrare i cani nei bivacchi

Ad oggi i cani non possono varcare la soglia di bivacchi e rifugi. La questione torna d’attualità dopo che due ragazze hanno trovato ospitalità al rifugio Casarotta in situazione di bisogno.

Sull’accesso ai bivacchi, Ivana Sandri, dell’Enpa di Rovereto, scrive: “Si tratta di strutture aperte a tutti, che vengono pulite circa due volte all’anno, con l’ovvia conseguenza che vi si possono reperire le tracce lasciate da frequentatori incivili, oppure ci si può trovare a condividere l’esiguo spazio con persone che dell’igiene hanno una visione poco condivisibile. Pertanto non può essere il timore dei danneggiamenti o della sporcizia a impedire l’accesso ai cani, bensì il retaggio di una visione obsoleta di questi animali, fortunatamente oggi superata da una più profonda e diffusa sensibilità… Siamo convinti sia giunto il momento di modificare finalmente le regole per l’accesso ai bivacchi, per rispondere alla mutata sensibilità della società verso gli animali. Pertanto chiediamo che nei bivacchi possano normalmente entrare anche i cani: sono ormai considerati membri della famiglia e nessuno deve essere messo nella condizione di dover scegliere fra passare la notte in un ricovero sicuro, oppure essere costretto ad affrontare i rischi della montagna, pur di non abbandonare il proprio animale all’esterno“.  

Nei rifugi i cani allo stato attuale non possono entrare nelle camerate, salvo verifica con il gestore in sede di prenotazione.

(Visited 6 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *