E’ partita da Milano “Carena randagia” con Giacomo Lucchetti

“Carena randagia”, il primo moto club animalista d’Italia con in sella il campione marchigiano Giacomo Lucchetti è partita da Palazzo Lombardia a Milano per un viaggio che attraverserà l’Italia in aiuto degli amici a quattro zampe piu’ bisognose. Con lui la sua inseparabile cagnolina Juliet. La missione del soccorso tocchera’ oltre alla Lombardia, altre sei regioni del Centro e del Sud Italia: Abruzzo, Basilicata, Campania, Molise, Puglia, Umbria. Con il supporto dei Lions Club International, e in particolare dello storico Distretto 108 IB4 Milano, e di Regione Lombardia il motociclista pesarese consegnera’ cibo a sette strutture in difficolta’. A dare il via all’iniziativa l’assessore regionale al Territorio e Sistemi verdi Gianluca Comazzi. 

“Un viaggio – ha detto l’assessore – che condurra’ Giacomo Lucchetti da Milano alla Puglia per portare aiuti concreti ai centri di accoglienza per animali randagi come generi alimentari e medicine. Il randagismo e l’abbandono animale sono infatti due gravi problemi. Ogni anno, migliaia di cani e gatti sono abbandonati dai loro proprietari, spesso in condizioni di sofferenza e pericolo. In Lombardia, per fortuna, grazie alle politiche della Regione, alle campagne di sterilizzazione e alle colonie feline regolamentate da leggi nazionali e regionali abbiamo limitato la domanda”. “In Lombardia – ha sottolineato – l’abbandono e’ oggi un fenomeno piu’ di tipo sociale, legato piu’ alle difficolta’ economiche e sanitarie che va tenuto in grande considerazione da parte delle Istituzioni e del sistema socio sanitario”. 

– “Quello che Giacomo fa – ha proseguito l’assessore – e’ portare un messaggio di speranza. Gli animali sono essere viventi che meritano tutto il nostro rispetto e protezione, fanno parte delle nostre famiglie. Ringrazio infinitamente l’impegno di Giacomo e del Lions Alert Team di Milano per tutto quello che fanno, sono un vero esempio”. “Questa – ha spiegato Giacomo Lucchetti – e’ una missione davvero particolare perche’ consegneremo cibo a sette strutture in grave difficolta’ quindi sara’ un supporto materiale ma anche simbolico per tenere alta l’attenzione verso questa problematica dei rifugi e dei canili che purtroppo anche in questo periodo stanno un po’ esplodendo per il grande numero di ospiti presenti. E’ quindi importante sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni locali. Il nostro impegno sara’ poi massimo e supportato dal nostro motto: la vita non si compra, si adotta”. L’arrivo e’ previsto in Puglia, all’ ‘Oasi del Randagio’ di Andria il prossimo 20 novembre dopo 2.144 chilometri percorsi. 

(Visited 20 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *