Pompei, è morto Argo la mascotte degli scavi per 15 anni

 Giorno di lutto per gli scavi archeologici di Pompei. È morto Argo, il cane che per oltre 15 anni ha accompagnato turisti e visitatori tra le antiche strade e domus della città sepolta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 dC, della quale era diventata la mascotte. Argo era l’ultimo superstite di un nucleo di cani che anni fa “abitavano” negli scavi, oggi frequentati da diverse colonie di gatti. Il Parco archeologico di Pompei, sulla sua pagina Facebook, saluta Argo dedicandogli un post: “Aveva più di 15 anni ed era una presenza iconica degli Scavi. Era un cane buono, da sempre accudito dalla città, dai lavoratori e dai visitatori del sito. Ha fatto compagnia a migliaia di turisti durante il suo onorato servizio di custode e anfitrione. In tantissimi da tutto il mondo, in queste ore, lo stanno ricordando con affetto sui social. Ringraziamo i volontari che lo hanno accudito amorevolmente nei suoi ultimi giorni”. Tra le persone che lo hanno accudito fino all’ultimo saluto c’è Glauco Messina, guida turistica di Pompei: è lui che lo ha portato al centro cremazione animali di Baiano, conservando il calco della zampa. Messina, premio all’Accademia di Belle Arti di Napoli, lancia un’iniziativa per ricordare il cane mascotte degli scavi: “Ci piacerebbe che quante più persone possibili da tutto il mondo, che negli anni hanno visitato Pompei, ci inviassero le loro foto che ritrarre Argo o che li ritraggono insieme a lui, il nostro cane-guida. Utilizzeremo queste foto per creare un’opera artistica che possa ricordarlo”. 

Credit foto Silvia Vacca, tratto da pagina fb del Parco Archeologico di Pompei

(Visited 7 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *