Orsi, per il Trentino non possono essere accolti in altri Paesi europei

“La gestione della biodiversità non è il suo forte, ormai lo abbiamo capito. Dunque, prova anche a scaricare le sue responsabilità”. Lo comunica Oipa, Organizzazione internazionale protezione animali, in relazione a quanto dichiarato dal presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, sulla impossibilità di trasferire gli orsi in sovrannumero “perché nessun Paese dell’Est Europa li vuole”. L’associazione animalista annuncia che farà richiesta di accesso agli atti per prendere visione dei documenti prodotti dall’esplorazione diplomatica voluta dal ministero dell’ambiente finita con un nulla di fatto. “Comunque siamo sollevati dal no dei Paesi dell’Est visto che in alcuni di questi l’orso è cacciabile – si legge in una nota -. Appare chiaro che questo è ciò che vorrebbe il presidente trentino. Cioè declassare la protezione dell’orso per consentirne la caccia. Ci opporremo in tutte le sedi affinchè questo non avvenga, confidando anzitutto nel buon senso dell’Unione europea e della polizia nazionale”. 

(Visited 11 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *