L’eroe Elton, il corgi che ora cerca i superstiti in Ucraina sotto le macerie

Un cane da pastore ha doti quasi “soprannaturali”. Ha un forte legame con l’uomo, è un grande lavoratore, il patto che lo tiene vicino al suo conduttore è unico, solido, e lo rende affidabile, sempre. Il corgi, e non deve ingannare la sua dimensione, è un cane dalle prestazioni straordinarie. Empatia e voglia di agire, lavorare, sono il mix ideale per farne un atleta ma anche un formidabile alleato nel momento del bisogno.

E’ così che Elton, un corgi che aveva dato il meglio di sè nella disciplina dell’agility, ha trovato una nuova coraggiosa dimensione del diventare cane da ricerca su macerie in Ucraina. Lui, un Welsh Corgi Pembroke, oggi è attivo nell’unità cinofila da soccorso “Antares” di Pavlohrad.

Sul profilo Instagram dell’associazione una carrellata sulla vita di Elton, a casa e in azione.

https://www.instagram.com/stories/antares.poshuk/3017230803955701704/

Elton cerca gli esseri umani, vivi o morti. La sua missione è salvare vite o dare dignità a chi è rimasto vittima dei bombardamenti russi.

Instagram sta celebrando, grazie al profilo di una fotografa, Elena Tita, l’attività di Antares. Elton ha il numero 200, che rappresenta la missione che svolge. E’ stato immortalato assieme ad altri suoi compagni a quattro zampe nei pressi delle macerie del condominio di Dnipro, assieme al malinois Sparky, il pastore belga Besha, Loya il labrador.

E’ grazie a cani coraggiosi come loro, che si cercano i superstiti, si scava senza sosta. Come sempre con la generosità e la tenacia che contraddistingue questi fantastici animali che non si fermano fino a quando non è stato raggiunto l’obiettivo. E’ un errore chiamarli partner dell’uomo. I protagonisti dell’impossibile sono loro, Elton in testa.

(Visited 15 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *