Emilia Romagna più etica: diffondere i metodi alternativi alla sperimentazione animale

Favorire la diffusione di metodi alternativi all’utilizzo degli animali nella sperimentazione scientifica, continuando a muoversi lungo la direzione che l’Emilia-Romagna ha intrapreso da vent’anni e rafforzando le strategie per il futuro. È la proposta condivisa nel Documento di Bologna 2023, presentata al convegno organizzato in occasione del ventennale del Comitato Etico dell’Emilia-Romagna. L’obiettivo è stimolare una riflessione nazionale “con la prospettiva di attivare nuove azioni finalizzate al raggiungimento degli obiettivi legislativi sulla protezione degli animali “, con una priorità chiara: dare il via ad una transizione verso quei metodi sperimentali in grado di fare a meno degli animali, come il bioprinting, che consente di stampare in tre dimensioni cellule e materiali riproducendo e rispettando la corretta architettura dell’organo, o la coltivazione in vitro di tessuti epiteliali. Si punta all’implementazione del principio delle 3R (Reduction, Refinement e Replacement), ovvero la riduzione del numero degli animali , il perfezionamento di metodi che ne alleviano o ridurre al minimo la sofferenza e lo stress, infine la sostituzione dei metodi di sperimentazione con metodi che non coinvolgono gli animali . “La Regione Emilia-Romagna – commenta l’assessore alle Politiche per la Salute, Raffaele Donini – è stata tra le prime in Italia a dotarsi di una legge per la tutela della vita e del benessere degli animali nell’ambito della ricerca scientifica. Ci auguriamo che la nostra proposta possa rappresentare, anche a livello nazionale, un ulteriore passo avanti per la tutela degli animali e il progressivo abbandono delle tecniche che ne indica ancora l’abbandono”. Dal 2012 al 2019 l’Emilia-Romagna ha destinato 400mila euro al finanziamento di 12 progetti per lo studio di metodi di ricerca alternativi alla sperimentazione animale.

(Visited 15 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *