Estate, vacanze e porcospini.

 Intanto c’è da chiarire che i ricci non sono i porcospini, i porcospini detti anche istrici, sono roditori di grosse dimensioni (il loro peso corporeo va dai 13 ai 30kg), hanno degli aculei molto lunghi, ma la particolarità di questi aculei è che essendo ricoperti di squame, agiscono come ami da pesca, facilitando l’aculeo a penetrare verso l’interno nella pelle, nel muscolo fino a raggiungere anche gli organi interni. I porcospini, come tanti animali selvatici, hanno molti batteri e parassiti; pertanto, non si rischia solo la perforazione di tessuti, ma anche una grave infezione e ascessi.

Quindi cosa fare se, durante un’escursione il nostro cane venga punto da un porcospino?

• Chiamare e portarlo subito da un veterinario

• Non provare a rimuovere da soli gli aculei

• Non tagliare gli aculei

• Cercare di minimizzare i movimenti del cane, perché il movimento facilita la penetrazione verso l’interno dell’aculeo.

 Una curiosità importantissima sui porcospini è che non è vero che possono lanciare gli aculei; infatti, il porcospino se si sente minacciato, inizierà ad ondeggiare la sua coda ricoperta di aculei, usandola come una specie di mazza. Quindi sarebbe opportuno che durante un’escursione nella fitta vegetazione (se proprio non si può non portarlo) il vostro amico a quattro zampe rimanesse legato al guinzaglio per la sua sicurezza.

Sara Calabria

(Visited 73 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *